Home / News / La Legge 38/2010

Nel mondo della sanità tutti sanno quale è la Legge 38/2010 ma al di fuori di quel mondo troppo poche persone la conoscono. E’ invece una legge così importante che ne parlo volentieri ogni volta che ne trovo l’occasione perché è assolutamente necessario diffonderne la conoscenza.

La Legge 38 del 15 Marzo 2010 riguarda l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. Questa volta l’occasione mi è offerta dalla “Conferenza di presentazione dei dati dell’osservatorio per il monitoraggio della terapia del dolore e delle cure palliative” organizzata qui a Roma il 14 Marzo u.s. dalla Fondazione Nazionale Gigi Ghirotti.
Scopo della Conferenza era confrontare i dati attuali sull’applicazione della Legge 38/2010 con quelli rilevati esattamente due anni fa e presentati in analoga Conferenza. I risultati del raffronto hanno rivelato un miglioramento ancora lontano dai livelli auspicabili e una notevole differenza tra le Regioni del Nord e quelle del Sud Italia.

Questo è un eterno problema e bisogna lavorare molto affinché tali differenze territoriali si affievoliscano sempre di più fino all’eliminazione totale. E’ proprio in quest’ottica che voglio diffondere una bellissima iniziativa della Fondazione Ghirotti, che giunge quest’anno alla sua XII edizione: il concorso “Un ospedale con più sollievo”. Si tratta di un concorso riservato a tutti gli studenti d’Italia delle seguenti classi: ultimo anno scuola materna, V Elementare, scuola Media, Licei, Università (triennale e specialistica) e Classi delle sezioni ospedaliere di ogni ordine e grado!

Un obiettivo formativo e culturale di grande valore perfettamente inserito in quel “fil rouge” indicato da Gigi Ghirotti nel suo testamento spirituale: accostare i giovani e giovanissimi al mondo della sofferenza e quindi del sollievo, sensibilizzandoli verso l’accettazione, il rispetto e la disponibilità verso i malati, gli anziani e tutte le fragilità umane.
Un impegno nobile per la Fondazione che nel 2001 insieme al Ministero per la Salute ideò la Giornata Nazionale del Sollievo. La scadenza dei termini per la partecipazione al concorso è fissata al 26 Aprile e i premi verranno assegnati nel corso della XVIII Giornata Nazionale del Sollievo presso il Policlinico Gemelli di Roma.

Ho partecipato a tante edizioni di questo Premio e sono stata sempre travolta dall’intensità delle emozioni dei premiati – dai piccolissimi ai più grandi – degli insegnanti e dei familiari: una grande festa in un luogo dove la sofferenza è di casa. Il contrasto tra queste due situazioni risulta totalmente annullato in una fusione gioiosa tra i tanti ricoverati che partecipano alla manifestazione e i giovani ospiti: è la città che entra in ospedale e conosce una umanità sofferente, aprendo il cuore all’accettazione e alla condivisione.

di Marinella Cellai